Domaine Fournier Père et Fils

logo

Negli anni ‘50 Paul Fournier eredita il Domaine familiare, formato solo da due ettari di vigna, e lo incrementa lentamente fino ad arrivare a sessanta ettari all’inizio degli anni ‘90. Il patrimonio viticolo dell’azienda è suddiviso sulle tre denominazioni di Sancerre, Pouilly-Fumé e Menetou-Salon, dove è il Sauvignon a farla da padrone.

Nella denominazione di Sancerre, il Domaine può giovarsi di vigne piantate su terreni di varia natura, calcareo, argillo-calcareo e silex.

La fermentazione avviene per tutte le cuvée in acciaio ed è termoregolata elettronicamente. Non viene effettuata la malolattica e i vini vengono lasciati sur lies per tutto l’affinamento.

Sancerre Les Belles Vignes proviene dalle vigne più giovani dell’azienda, di circa 15/20 anni, piantate su terreni calcarei, argillo-calcarei e silex.

Sancerre L’Ancienne Vigne può essere considerato un cru di 4 ettari interamente su terreno calcareo esposto a sud-ovest. L’età della vigna è di circa 35 anni.

Sancerre La Chauduillonne è la vigna più vecchia dell’azienda con i suoi 50 anni d’età, interamente su terreno argillo-calcareo. Questa cuvée viene parzialmente affinata in legno piccolo.

Pouilly-Fumé Les Deux Cailloux proviene da tre ettari piantati su terreni marnosi, sabbiosi e silex. Anche questo vino, come i Sancerre, non effettua la malolattica.

Sancerre Blanc “Les Be lles Vignes”
Sancerre Blanc “L’Ancienne Vigne”
Sancerre Blanc Grande Cuvée “La Chauduillonne”
Pouilly-Fumé “Les Deux Cailloux”