Cantina Rotaliana

Cantina

Rotaliana è la Cantina Sociale di Mezzolombardo, paese di importante storia romana e longobarda, collocato a 350 m. s.l.m. Essa si colloca al centro della Piana Rotaliana, campo alluvionale di origine glaciale ai piedi delle splendide Dolomiti, sul confine fra Trentino ed Alto Adige. La grande ricchezza minerale del terreno, la sua fertilità, l’incrocio dei venti provenienti dalla Val di Non e della Val d’Adige, la presenza di maestose e verticali montagne, che proteggono l’area dai venti freddi e che funzionano da specchio di luce e calore nei mesi invernali rendono l’areale unico da un punto di vista naturale ed il migliore in assoluto per l’allevamento del Teroldego Rotaliano.

Le botti del ‘700 e dell’800 ancora presenti in Cantina testimoniano una lunga e considerevole storia nella custodia del proprio territorio agricolo e nella valorizzazione delle varietà autoctone. Per la sua storia, la sua serietà, la collocazione dei suoi vigneti nelle aree migliori e la sua importanza nella valorizzazione del Teroldego Rotaliano, Rotaliana è considerata una vera e propria istituzione. I trentini la chiamano orgogliosamente la “Casa del Teroldego”.

Il carattere artigianale della produzione è garantito da una proprietà media terriera di ciascun conferitore di circa 1,2 ettari e da uno stile autentico dei vini, frutto di un grande rispetto per l’ambiente e la tradizione.

Oltre ai terreni in Piana Rotaliana, dove si coltivano Teroldego Rotaliano, Lagrein e Pinot Grigio, i conferitori della Cantina crescono anche storici vigneti sulle ripide colline dolomitiche, fino a 800 m. s.l.m. Queste sono condizioni perfette per varietà eleganti come Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero ed aromatiche come Gewűrztraminer e Műller Thurgau, oltre che per la produzione di spumanti Trentodoc di montagna di grande raffinatezza, mineralità e potenziale evolutivo.